Home > Google è su Facebook e Twitter

Google è su Facebook e Twitter

Buzz è stato integrato all’interno dell’ambiente di Gmail, nella metà mattino del mondo ha speso tra i 5 ei 25 minuti cercando di trovare un uso produttivo. In primo grado e dopo mezza giornata sono giunto a questa povera conclusione:

Se avete avuto la mania di leggere la posta elettronica come appare, con quella inevitabile clic sul casella di posta, ora è anche necessario stare dietro ogni ronzio. E in una sola mattina, a seguito di alcuni … ci sono molti …

Mi ci è voluto un po ‘per trovare il modello di business per Facebook, soprattutto perché quelli di noi che sono in 3x (non tutti) non sono così parziali per essere il caricamento di foto e scrivere sulle schede, con molto lavoro da fare. Ho anche venuto il dubbio se non fosse stato un nuovo modo per perdere tempo.

clip image001192 Google is on Facebook and Twitter

Ma quando vediamo quanti milioni sono infilato dentro, abbiamo capito che il business non è ciò che rende Facebook, che non è molto, anzi;

  • Un consiglio per scrivere ciò che si fa e sapere quello che gli altri hanno scritto.
  • Uno spazio per caricare le foto che ti ha taggato in quel terribile posa con gli occhi incrociati.
  • Uno spazio per scrivere, testo puro
  • Una rete di contatti ed eventi
  • Vendita di sostanza (Idioma spagnolo: “calaches”) E pagine di base.

Forse ho perso qualcosa, ma succede che Facebook non fa molto di più, per ora, abbiamo visto alcuni sviluppi interessanti sulla sua API piuttosto che piccoli giocattoli e le pagine semplici. E ‘quello che la gente fa all’interno di quella che detiene il modello di business, milioni sono già lì.

Comprendiamo Internet come un mucchio di pagine collegate tra loro, con un motore di ricerca per raggiungerli con una e-mail per comunicare, e in alcuni casi, con alcuni strumenti per caricare contenuti. Facebook è come gli altri Internet, ma non in pagine, ma persone, interconnesso, la condivisione e la comunicazione di eventi. È per questo che le grandi imprese hanno seguito le cose come: AutoDeskBentleyESRI, Tutti hanno una pagina per quasi ogni prodotto o servizio, da un modello di base, ma con migliaia di fans che li seguono ora.

E ‘possibile che il fenomeno del social networking non è una rivoluzione così passando sotto questo regime. Perché tutti fanno quasi la stessa, molti hanno robusto API, ma in questo, vincere quella che divulgare di più, e tenere per sé generare business. Per ora, il guadagno è nel traffico, la formazione della rete di seguaci, di distribuzione Web, ma inesorabilmente, mentre io finisco questo post già esistono piani molto strutturati per sfruttare questo mondo di 350 milioni.

Così Google, dopo che i suoi tentativi falliti (come Orkut), va qui, ora con Buzz interno non sarà difficile fare la battaglia a queste reti. Poi si farà lo stesso con l’onda, e la ragione è evidente: nessuno ha la sua e-mail su Twitter o Facebook, tutti, anche i creatori sono sicuramente in Gmail, ciò che resta, per ora è quello di sfruttarla senza creare un nuovo social network ma portando la sua funzionalità in Gmail.

Anche se non ci fa perdere altro tempo … benvenuto ad esso.

E ‘l’ultima goccia, je je, così critica che io sono di queste onde, e alla fine del post Concludo dicendo questo:

Qui mi è possibile seguire su Facebook

Qui mi si può seguire su Twitter

 

 

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.